Quanto vale il 5% lordo di rendimento di BorsadelCredito.it? 5%!

return on investment concept on the gearwheels, 3D rendering

Prestatori, attenzione! Questo post del blog è dedicato a voi e alle molte domande che ci fate ogni giorno in merito a una cosa che vi sta particolarmente a cuore: il rendimento dell’investimento nel P2P lending per le PMI. La domanda chiave a cui troverete la risposta alla fine dell’articolo è: quanto guadagna al netto di tutti i costi un prestatore di BorsadelCredito.it?

Quota cento milioni per le PMI italiane dal marketplace lending a maggio

Investment, money, interest and financial concept.

Con le nuove piattaforme in attività, le piccole imprese italiane ricevono più credito. Con una buona posizione in un contesto europeo, mentre Uk e Usa svettano

Le piccole imprese italiane? Si sono fatte finanziare dal P2P lending per 100 milioni di euro. La stima di BorsadelCredito.it si basa sui calcoli che il nostro ufficio studi ha elaborato partendo dall’erogato delle piattaforme più rodate e da quello dei nuovi operatori di recente approdati sul mercato domestico.

I cinque errori da evitare nel sito web aziendale

Page Not Found Error 404. A hand drawn vector layout template of a broken robot for your website projects.

Il sito web, ne abbiamo già parlato qui, è fondamentale per le aziende, soprattutto se si occupano di servizi e specie se sono piccole o micro e quindi hanno una limitata potenza di fuoco per raggiungere clienti lontani. Essere online accorcia le distanze e apre nuovi potenziali mercati. A patto, però, di riuscire a essere incisivi e precisi nella comunicazione e di colpire l’obiettivo mirato. BorsadelCredito.it ha finanziato già tante aziende che fanno crescere i loro fatturati grazie a una presenza online molto curata. Così, dopo aver condiviso i segreti del mestiere con questi imprenditori, abbiamo sintetizzato in un elenco una serie di consigli per aiutare le aziende a non commettere quegli errori in cui tutti incappano quando costruiscono il proprio sito web (specie se fanno da sé, perché non hanno budget per ricorrere a un professionista).

Rivoluzione FinTech: Adapt or Die

Fintech

State Street inaugura a Milano il primo FinTech Lab, in collaborazione con SDA Bocconi

Nasce il primo State Street FinTech Lab in Italia. Un segnale importante che ci racconta quanto il nostro settore stia prendendo forza anche in un Paese come il nostro. Ed è significativo che a fondare questo laboratorio dedicato agli studenti laureati dello SDA Bocconi sia State Street, ovvero uno dei fornitori leader a livello mondiale di servizi finanziari per investitori istituzionali, con quasi 30 miliardi di dollari di asset in custodia e amministrazione e 2,5 miliardi di dollari di patrimonio gestito. State Street è attiva in più di 100 mercati a livello mondiale, tra cui Stati Uniti, Canada, Europa, Medio Oriente East e Asia.

Maggio, balzo spedito oltre quota 12 milioni per i finanziamenti erogati da BorsadelCredito.it

3d bunte Sparschweine aus knetmasse zeigen das wachstum der ersparnisse

Superano ancora il milione di euro i prestiti di maggio di BorsadelCredito.it, che chiude il mese con un totale di 12,274 milioni di euro: a tanto ammontano i finanziamenti erogati complessivamente alle sue micro e piccole imprese richiedenti.

In totale il numero delle PMI supportate dalla piattaforma dall’avvio delle attività è di 315 (+12 rispetto ad aprile) e il tasso medio di rendimento per i prestatori si è attestato a 5,38% lordo, costantemente superiore a quello medio delle principali piattaforme britanniche che ha segnato a fine mese un valore del 5,04%, in base al Liberum AltFi Returns Index.

I cinque passi per far volare il marketplace lending italiano

Italian lightbulbs isolated on white background, 3d illustration

Da una normativa più organica a una fiscalità più equa, fino alla cooperazione con pubblico e banche, ecco i suggerimenti di BorsadelCredito.it

Un mercato potenziale da almeno 50 miliardi di euro – a tanto ammontano le esigenze di credito delle nostre PMI a cui le banche non riescono a far fronte secondo Kpmg, e un valore, quello del marketplace lending italiano, che supera di poco i 70 milioni, secondo le rilevazioni aggiornate ad aprile di p2plendingitalia (anche se in crescita esponenziale, dritto a quota 100 milioni per il mese di maggio). Chi segue questo blog questi numeri li conosce a memoria. Il gap tra domanda potenziale e offerta è impressionante. Come si colma?

Le cinque regole base delle imprese di successo

Fitness woman celebrating fitness workout success and motivation towards the sea and sunset.

Siamo fuori dalla crisi? Tutti parlano di ripresa dell’economia – che in Italia però equivale a un PIL 2016 a +1%, a un’industria che fa qualche sussulto ma poi frena ancora e, soprattutto, a consumi deboli. I consumi, proprio ciò che conta di più per chi vende prodotti e servizi. E poi sono cambiate profondamente le abitudini di chi consuma, con l’emergere dei Millenial che hanno criteri di scelta ben diversi da chi li precede. Chi fa impresa deve stare dietro a questi cambiamenti per sopravvivere e per avere successo. Quello che però non cambia e non cambierà mai sono i fondamentali del business e le caratteristiche che deve possedere l’imprenditore: tenacia, impegno, visione.

Il pioniere italiano del FinTech Matteo Rizzi spiega a BorsadelCredito.it cosa manca in Italia per far decollare il settore

matteorizzi-150330163402

Chiacchierata semiseria su come le banche devono cambiare e sui vantaggi che le FinTech possono trarre dalla collaborazione

“La cooperazione tra banche e FinTech è necessaria, è il futuro, e serve a entrambe.” Non usa mezzi termini Matteo Rizzi, un visionario e un pioniere, che è stato nominato da Financial News come uno dei 40 manager più influenti in Europa nel FinTech e dalla rivista Usa Bank Innovation come uno dei “30 innovatori da monitorare nel 2014, tra coloro che stanno trasformando l’industria finanziaria.”

MRN-electronic, l’azienda che non fa andare mai via l’elettricità

20170427_182629

“Mi sono messo in proprio nel giugno del 2000: faccio sistemi per il controllo della distribuzione dell’energia, con una forte impronta sugli aspetti di sicurezza e di continuità del servizio, intesa come tolleranza ai guasti che questi sistemi, come qualsiasi apparato elettronico, possono manifestare.” Marco Riccardo Napoleone oggi racconta a BorsadelCredito.it la sua MRN-electronic, una ditta individuale che nasce da un lavoro iniziato nel 1989, come dipendente. E che lo sta portando lontano.

Chi ha inventato il prestito tra pari? Gli antichi romani

Coins of the Roman Empire, gold and silver.

Vi raccontiamo come nasce veramente il P2P lending e come, con la tecnologia, le aziende come BorsadelCredito.it lo hanno migliorato

Le piattaforme di P2P lending come BorsadelCredito.it? Non hanno inventato niente. I prestiti tra pari esistono dalla notte dei tempi, le banche ne sono un’evoluzione. Noi non abbiamo fatto altro che tornare alle origini vestendole di un abito hi-tech che rende tutto il procedimento più rapido e sicuro.