Monthly Archives: Novembre 2019

All’Italian Banking Conference della Luiss i banchieri parlano delle opportunità offerte dal FinTech

Al centro del dibattito il tema della digitalizzazione, considerato ormai da tutti come un’opportunità per potenziare i servizi offerti. L’ennesima consacrazione per l’universo del FinTech

L’Italia delle banche fa un altro passo verso il FinTech. È accaduto il 28 novembre a Roma nel corso dell’evento The Italian Banking Conference 2019, organizzato dalla Luiss Business School in partnership con The Ruling Companies.

Trend FinTech: cosa ci attende negli anni ’20

La Cina diventerà sempre più dominante, le tecnologie sempre più smart e la diffusione dei servizi digitali sempre più capillare con un impatto rilevante sull’inclusione finanziaria anche di coloro che sono stati finora emarginati (nei Paesi emergenti). Ecco le dieci tendenze più rilevanti del prossimo decennio

Blockchain e AI, l’avanzata dei Millenial e un banking as a service sempre meno fisico, accessibile anche agli ultimi del mondo. Il FinTech continua a cambiare l’universo finanziario e si avvia a un nuovo decennio rivoluzionario. Le banche tradizionali se ne sono accorte e acquisiscono tecnologie (o direttamente startup) o optano per collaborazioni sempre più strette.

La finanza alternativa vola per le PMI. I numeri e le prospettive secondo il Polimi

Secondo l’ultimo report dell’Università milanese, l’erogato delle piattaforme di social lending è raddoppiato rispetto all’anno scorso. E intanto continua la contrazione del credito bancario. Sono questi segnali sempre più positivi per lo sviluppo della finanza alternativa

È stato presentato giovedì scorso, 21 novembre, a Milano il 2° Quaderno di Ricerca su “La Finanza Alternativa per le PMI in Italia”, dell’Osservatorio del Polimi. Secondo cui da luglio 2018 a giugno 2019 la finanza alternativa ha erogato alle PMI 3 miliardi di euro, rispetto ai 2,3 miliardi dell’anno precedente.

Open banking: i nuovi business valgono solo in Gran Bretagna fino a 2 miliardi di sterline

Il modello si va imponendo più rapidamente in Europa che negli Usa ed è inesorabilmente destinato a cambiare per sempre il rapporto tra banche e FinTech e con i consumatori. Ecco perché è il tema centrale di ogni dibattito sui pagamenti

Si è appena concluso a Milano il Salone dei Pagamenti, il più importante evento italiano di settore. Tema centrale: l’open banking, argomento sempre più mainstream da quando, lo scorso 14 settembre, è entrata in vigore anche in Italia la PSD2.

BorsadelCredito.it sigla l’accordo con Qonto per offrire alle sue imprese un’esperienza di banking digitale sempre più integrata

Da oggi le nostre imprese potranno provare gratis per tre mesi il conto online della challenger bank francese con tutti i servizi connessi. Un nuovo passo verso la collaborazione e la specializzazione verticale

Un banking sempre più vicino alle esigenze delle imprese. A questo mira l’accordo che BorsadelCredito.it ha appena siglato con Qonto, neo-banca digitale francese sbarcata in Italia per offrire a PMI e professionisti – i clienti sono più 50mila, dei quali 3mila oltre i confini francesi – un conto corrente completamente digitale, con un’interfaccia semplice e intuitiva per gestire spese e pagamenti, accessi multiutente con carte diverse, il caricamento delle ricevute in tempo reale per rendere semplici le note spese, un accesso dedicato al commercialista.

Novembre: l’erogato di BorsadelCredito.it sfonda la soglia dei 70 milioni di euro

Novembre inizia con una buona notizia: BorsadelCredito.it ha tagliato il traguardo dei 70 milioni di euro erogati all’economia reale. Precisamente, l’erogato si piazza a 70,280 milioni, dai 68,339 milioni registrati a ottobre con un aumento di circa due milioni.

Il valore è distribuito su 779 prestiti (+17 nel mese) e si confronta con i 46,2 milioni su 550 prestiti dell’ottobre 2018.

La Cina? Ora vuole diventare la Regina del FinTech

A un anno dal fallimento di 200 piattaforme di lending che attuavano condotte illegali, il Celeste Impero vara il suo piano triennale per fare del FinTech il motore di sviluppo della finanza di alta qualità del futuro. Regole e sicurezza in primo piano. E intanto Pechino si prepara, a giorni, al lancio della prima criptovaluta di Stato

La Cina del FinTech si riorganizza. Ed è pronta a bruciare tutti i record del settore, a partire da quello che la porterà a diventare il primo Paese al mondo a emettere una criptovaluta di Stato.