Come posso guadagnare un extra rendimento su BorsadelCredito.it? Ecco tutte le promozioni disponibili

Ne abbiamo parlato nelle ultime settimane in cinque post dedicati. Questo venerdì vogliamo fare una sintesi, ripercorrendo tutte le nostre promozioni dedicate agli investitori, un giusto premio per chi crede nell’economia reale e la finanzia. Tutte le promozioni sono cumulabili, sono utilizzabili da chi usa il profilo gestito (che consiste nell’avere un portafoglio creato da BorsadelCredito.it con una diversificazione al limite dell’1% – ovvero con almeno 100 titoli diversi all’interno) e si attivano registrandosi ed effettuando un primo versamento. Eccole:

  1. PEER: il PIR di BorsadelCredito.it, senza tasse. In attesa che chi legifera introduca nei panieri PIR il Fintech, con tutti i benefici fiscali del caso (come già avviene in Regno Unito) abbiamo dato vita al programma PEER, che consente ai nostri prestatori di non pagare le commissioni per 12 mesi e di ottenere il rimborso del 100% sulla ritenuta fiscale fino a 48 mesi. Le tasse vengono restituite mensilmente, in concomitanza dell’applicazione della ritenuta. Le condizioni sono: un versamento minimo iniziale di 30mila euro e la permanenza nel programma per almeno 4 anni. Alla fine del quadriennio è prevista la possibilità di vendere i prestiti nel mercato secondario senza costi. La promozione si rinnova annualmente con versamenti di 20mila euro.
  2. Un anno senza commissioni: la ricetta di BorsadelCredito.it per abbattere i costi di gestione. Secondo una ricerca pubblicata da Bankitalia, con il titolo “Il costo totale dell’investimento in fondi comuni”, in media i costi complessivi associati all’investimento in un fondo comune aperto armonizzato italiano sono dell’1,58% annuo nel periodo 2010-2016, con un picco dell’1,74% nell’ultimo anno di rilevazione, il che riduce il rendimento medio annuo del prodotto dal 3,5 al 2% in un orizzonte medio lungo. BorsadelCredito.it, le cui commissioni ammontano all’1%, consente ai prestatori di godere di “1 anno senza commissioni” attivando l’offerta con un primo versamento di 10mila euro.
  3. Il rendimento del P2P lending? Con RendiPiù anche sulle somme non ancora prestate. Da un lato ci sono le imprese che richiedono credito, dall’altro i finanziatori che erogano i prestiti. I soldi di chi presta vengono impiegati completamente quando si raggiunge un equilibrio tra domanda e offerta,  processo che richiede dai 6 ai 12 mesi (un tempo necessario a selezionare la giusta qualità del credito). Durante questo arco temporale le somme non ancora prestate non producono rendimento, a meno che non si aderisca alla promozione “RendiPiù” che consente all’investitore di guadagnare l’1% sulle somme libere e non ancora prestate sin dal primo giorno del suo investimento. L’importo minimo per poter aderire alla promozione è di 20mila euro.
  4. I vantaggi del reinvestimento della quota capitale, con un prodotto che assomiglia a un’obbligazione. “Investi con BorsadelCredito.it” è la promozione che consente di pagare meno commissioni man mano che aumenta la quota investita nella piattaforma. L’investimento iniziale per accedere alla promozione è di 10mila euro: le commissioni invece si abbattono fino allo 0,20% per investimenti con un importo superiore agli 80mila euro. La promo è compatibile con la funzione “reinvesti solo quota capitale”, con cui è possibile accantonare gli interessi per poi staccare una cedola ogni qual volta si superino i 100 euro accumulati.
  5. Porta un amico: i vantaggi del programma referral. In Gran Bretagna, dall’inizio del 2017, è in vigore un referral scheme che prevede che ogni richiesta di finanziamento fatta da una PMI e non gestita dalla banca debba essere segnalata alle piattaforme che possono offrire un servizio alternativo. BorsadelCredito.it, per superare la mancanza di collaborazione che esiste in Italia, ha studiato un suo personale programma di referral: si chiama “Porta un amico” e fa guadagnare 50 euro per ogni amico che approda su BorsadelCredito.it su invito (fino a un importo totale di 1.000 euro). Chi invita deve essere un prestatore attivo, cioè deve aver attivato l’offerta all’interno della piattaforma attraverso l’opzione “Profilo Gestito”, e avere un saldo totale di almeno 1.000 euro nel momento in cui l’amico diventa un prestatore attivo, sempre attraverso l’opzione “Profilo Gestito”, con un investimento iniziale di almeno 5.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweet
Condividi
Condividi