BorsadelCredito.it lancia Special Finance Farmacie, per contribuire alla crescita di un settore che vale oltre 5 miliardi di nuovi finanziamenti

È il terzo nuovo prodotto lanciato nel 2019 dal marketplace e si rivolge alle farmacie italiane, promettendo di azzerare i debiti e finanziare il circolante

Una linea di credito ad hoc per le farmacie. Continua l’espansione dei prodotti di finanziamento per BorsadelCredito.it, che, per il terzo lancio del 2019, lo Special Finance Farmacie, ha scelto un settore ampio e rilevante dell’economia reale italiana. Secondo Federfarma, in Italia esiste una farmacia ogni 3.194 abitanti, dato che  indica una distribuzione capillare sul territorio: in tutto le farmacie italiane impiegano 80mila addetti, di cui 60mila farmacisti e 100mila con l’indotto.

I dati del report Pharmatrend 2019 di IQVIA (provider globale di informazioni, tecnologie innovative e servizi di ricerca clinica), rilevano, a fine 2018, 18.800 farmacie in Italia che hanno prodotto un fatturato di 24,4 miliardi di euro, in calo dell’1,3%. Il settore, fa notare IQVIA, è in profondo mutamento: entro il 2021 circa il 45% delle farmacie italiane (probabilmente allora saranno circa 19.500) avrà intrapreso un processo di aggregazione più o meno marcato: già oggi si contano 12 catene nazionali che coprono 4200 farmacie, mentre 1300 sono gestite da operatori internazionali. Sarà sempre più importante governare la complessità del settore, attraverso la gestione dei dati e la capacità di cogliere i segnali di cambiamento dei modelli di business, che vanno verso quella che la stessa IQVIA definisce Amazonification della farmacia.

Dunque, parliamo di un settore già evoluto dal punto di vista della digitalizzazione. E che potrà apprezzare i vantaggi del P2P lending. BorsadelCredito.it ha strutturato il suo prodotto Special Finance Farmacie su due livelli: il primo utile a migliorare le relazioni commerciali con i fornitori dei farmaci (c.d. “grossisti”) con una linea di finanziamento speciale; l’altro volto a finanziare il circolante.

Consolidamento delle relazioni commerciali e anticipo notule

Il primo livello dello Special Finance Farmacie è un finanziamento teso a migliorare la relazione con il fornitore sanando eventuali pregressi nei suoi riguardi, con una linea che dura fino a 10 anni. Il secondo livello prevede invece l’anticipo notule mensile per il 100% dell’importo. In tutti i casi il tasso di interesse è variabile tra il 5 e il 7%.

I vantaggi per la farmacia e per i fornitori

Il prodotto si rivolge a tutte le farmacie il cui debito con i fornitori riduca i margini, renda difficile l’operatività e limiti le possibilità di crescita dell’azienda stessa. Ma coinvolge indirettamente anche i fornitori che vogliono rientrare dei crediti scaduti e rafforzare il legame commerciale con i clienti finali. I vantaggi per entrambi i destinatari sono evidenti: la farmacia può ristrutturare il debito pregresso e può godere del risanamento economico-finanziario dell’attività che contribuisce a incrementare il valore della stessa.

Al fornitore invece, il prodotto consente di rientrare da tutti i crediti scaduti e monitorare costantemente la situazione economico-finanziaria della farmacia-cliente. Ultimo ma non meno rilevante è poi il vantaggio di poter usufruire della flessibilità, della personalizzazione, della velocità e dell’esperienza digitale connaturata al FinTech.

Una soluzione innovativa per un’area di mercato lasciata scoperta dagli operatori tradizionali

BorsadelCredito.it continua a investire nel posizionamento in quegli spazi di mercato dove le soluzioni tradizionali sono poco efficaci o, addirittura, non ci sono. Ne avevamo già parlato a riguardo dell’anticipo scorte per gli Amazon seller e per il Supply Chain Finance rivisto in chiave digitale.

Lo schema vincente è quello di risultare vantaggiosi per tutti i soggetti coinvolti in queste operazioni, costruite con una logica tailor made e che, per questo, apportano valore aggiunto nelle nicchie presidiate e portano concrete opportunità di finanziamento per aziende trascurate dagli istituti tradizionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweet
Condividi
Condividi