Credito per startup? Le opportunità del Fondo di Garanzia

fondo-garanzia-borsadelcredito

Ho da poco aperto la mia azienda, è ancora in fase di startup, ma ho difficoltà ad accedere al credito: quali possibilità ci sono?

Questa domanda ci viene posta spesso dai giovani imprenditori che cercano un modo per finanziare le spese iniziali della propria impresa. In un momento in cui non è semplice accedere al credito (vedi alla voce #creditcrunch), quando si approccia un istituto finanziario è spesso consigliato di supportare la richiesta con delle garanzie. Delle più importanti ne abbiamo parlato in un capitolo della nostra iniziativa #MeritoCredito. Ma oggi approfondiamo la garanzia più efficace per l’accesso al credito delle startup: il Fondo di Garanzia Statale (l.662/96).

Già abbiamo trattato l’argomento “garanzia statale” su queste pagine, sia in relazione alle modalità di accesso, sia sul trend molto positivo di accesso alla garanzia che si sta verificando nei primi mesi di questo 2014. Oggi vediamo come le giovani imprese possono accedere al Fondo di Garanzia, che a tutti gli effetti è la più importante agevolazione attualmente presente sul mercato del credito.

Mentre le aziende avviate da almeno 3 anni possono essere valutate sulla base degli ultimi 2 bilanci/dichiarazioni fiscali depositate, le startup possono richiedere l’accesso alla garanzia compilando un business plan secondo il formato previsto dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico). Le startup innovative, iscritte nella speciale sezione del registro delle imprese, possono invece accedere alla garanzia a titolo gratuito, con priorità sugli altri interventi.

Come fa notare il capo della segreteria tecnica del MISE Stefano Firpo, in un’intervista rilasciata a EconomyUp, grazie al Fondo, in meno di un anno sono state presentate 128 domande da 111 startup innovative e le garanzie per 44 milioni hanno permesso l’erogazione di 55 milioni di credito. Lo stesso Firpo precisa come presentare la domanda:

L’impresa non può inoltrare la domanda direttamente al Fondo. Deve rivolgersi a una banca per richiedere il finanziamento e, contestualmente, richiedere che sul finanziamento sia acquisita la garanzia diretta. Sarà la banca stessa ad occuparsi della domanda. In alternativa, l’impresa si può rivolgere a un Confidi che garantisce l’operazione in prima istanza e richiede la controgaranzia al Fondo… continua a leggere l’intervista su EconomyUp

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non sei un robot, vero? *