In arrivo moratorie flessibili, nella durata e nell’accesso, per le imprese di BorsadelCredito.it

Personalizzazione e innovazione continuano a essere le cifre caratteristiche del FinTech e con l’emergenza Coronavirus possono diventare armi vincenti. Ecco le nostre iniziative a favore dei richiedenti credito

Flessibilità e innovazione sono le parole d’ordine nell’era del Coronavirus. È sotto i nostri occhi: le imprese che sono riuscite a non fermarsi, adattandosi rapidamente alla nuova situazione (per esempio attivando lo smart working nei servizi), sono probabilmente quelle che alla fine di questo periodo si mostreranno più resilienti.

Flessibilità e innovazione sono anche le cifre caratteristiche del FinTech e ciò che in queste settimane ha consentito a BorsadelCredito.it di continuare a servire le imprese richiedenti con la medesima capillarità e velocità di risposta, nel medesimo ambiente digitale di sempre. È certamente presto per fare previsioni, anche perché non abbiamo al momento visibilità sull’estensione nello spazio e nel tempo dell’emergenza sanitaria e delle misure di contenimento, ma i nostri dati di erogato di febbraio mostrano che le richieste di credito non sono calate.

Proprio le caratteristiche del FinTech, che si muove in un contesto digitale a cui le imprese finanziarie tradizionali devono adattarsi e farlo rapidamente, rappresenta in qualche modo un vantaggio competitivo. E non è un caso che in un sondaggio appena pubblicato da Italia FinTech, la nostra associazione di categoria, a fronte di una metà degli operatori che si attende un calo della domanda o difficoltà a incassare, circa il 30% prevede invece un aumento della domanda.

La raccolta dei dati dalle imprese

Dal canto nostro, noi di BorsadelCredito.it stiamo osservando il lato delle imprese richiedenti, raccogliendo e analizzando le richieste di supporto. Il modus agendi è fortemente improntato alla personalizzazione, com’è nella natura del servizio offerto: con le imprese abbiamo un rapporto continuativo e molto prossimo, non burocratico-amministrativo. Riceviamo dunque un flusso continuo di informazioni e in ossequio alla relazione empatica stabilita nel lungo periodo con gli imprenditori, stiamo proattivamente immaginando soluzioni diverse per ognuno di essi qualora si presentasse un problema.

Nel day one siamo focalizzati dunque sulla raccolta di dati sulle strategie che le imprese stanno attuando a difesa del proprio business: lo facciamo proattivamente e su alert delle controparti. Inoltre, stiamo monitorando il portafoglio, prestito per prestito, per individuare eventuali situazioni temporanee di insolvenza.

L’analisi di scenario per cogliere differenze territoriali e merceologiche

Il passo successivo sarà quello di compiere un’analisi di scenario per valutare la situazione a livello territoriale o merceologico, finalizzata a sviluppare una strategia di supporto per i prossimi mesi. Un’attività che vogliamo svolgere sia sul portafoglio dei finanziamenti attuali sia su potenziali iniziative di rilancio nel post Covid-19.

A oggi non si rilevano criticità ma la situazione è in rapida evoluzione. Inoltre, alcuni settori sono stati congelati, altri lavorano a metà e il gruppo dei servizi essenziali continuerà senza sosta a produrre. Esistono differenze sostanziali anche dal punto di vista geografico, perché il lockdown si è avviato a macchia di leopardo sul territorio e il Nord – che ne subisce gli effetti da più tempo oltre a essere le più dense di imprese – avrà probabilmente bisogno di maggiore attenzione.

L’importanza di una moratoria flessibile

Queste differenze oggettive rendono necessario agire con operazioni di flessibilità.

Una moratoria generalizzata è un utile strumento di tamponamento ma non riesce a nostro avviso a cogliere la peculiarità della singola azienda che subisce un blocco di operatività totale per un tempo indefinito, una situazione che nessuno stress test avrebbe potuto prevedere.

Pertanto la sospensione delle rate in corso e ogni soluzione di alleggerimento immediato che sposti nel futuro il piano di ammortamento sarà modulata sulla singola azienda e sul singolo finanziamento. Non applicheremo una moratoria a tappeto con un protocollo rigido, anche perché questo genere di intervento può dare ossigeno alle imprese ma rappresentare anche una zavorra nel momento in cui, prima che sia concluso, l’azienda avrebbe necessità di accedere a nuovo credito. Anche l’accesso alla moratoria flessibile di BorsadelCredito.it sarà dunque flessibile e in qualsiasi momento l’azienda che vi ha aderito potrà fare marcia indietro e sospenderla.

Dal FinTech soluzioni per la digitalizzazione del Paese

In quest’ottica invitiamo i nostri imprenditori a un dialogo continuo. Che con BorsadelCredito.it è possibile con le stesse modalità di prima, in quanto nel nostro DNA c’è lo smart working, la connessione multicanale, la copertura 24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana.

In tempi normali, poter offrire un’esperienza di acquisto completamente digitale e flessibile nello spazio e nel tempo, rappresentava già un importante plus. Oggi è vitale.

Di più. Dal mondo Fintech può arrivare un contributo decisivo per l’accelerazione digitale del Paese: possiamo mettere a disposizione di imprese e banche le buone pratiche digitali in uso da oltre un triennio per automatizzare le procedure e trasferirle in ambiente virtuale, dall’onboarding alla firma digitale dei contratti. Vogliamo essere i motori del cambiamento che post emergenza si imporrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweet
Condividi
Condividi