Indovina chi… investe nell’Economia Reale Italiana?

Dopo aver aperto le porte dell’Italia, 6 mesi fa, al Peer to Peer Lending alle aziende, qui a BorsadelCredito.it abbiamo deciso di divertirci.
Vi ricordate il famoso gioco da tavolo “Indovina Chi?”. L’abbiamo rispolverato, cambiando un po’ le regole del gioco, proprio come piace fare a noi, e ci siamo calati nei panni dei detective. Missione del gioco? Tracciare l’identità del personaggio portante della community di BorsadelCredito.it: il “Prestatore tipo”.

Scopri con noi chi si nasconde dietro le carte del P2P Lending di BorsadelCredito.it

Un affare da uomini

A gran voce si può affermare che il genere che predomina fra i sostenitori dell’economia reale italiana è quello maschile: il 92% della nostra community è formato da uomini. Sarà un retaggio della questione “la finanza è affare di soli uomini”? Forse, ma non dimentichiamoci che dietro ogni grande uomo c’è sempre una grande donna!

infografica-borsadelcredito-prestatore


Vento del Nord

Nella classifica delle regioni, sul gradino più alto del podio c’è la Lombardia. E un pochino ce l’aspettavamo, perché Milano è la capitale finanziaria d’Italia e BorsadelCredito.it è nata proprio qui.
A seguire il Veneto, a giustificare una predominanza di prestatori provenienti dal Nord.
Ma la nostra è una sfida sempre aperta e il fatto che a seguire ci sono Lazio, Puglia ed Emilia Romagna ci fa capire che il P2P Lending interessa a tutta Italia!

Under 50

Il prestatore di BorsadelCredito.it ha 44 anni in media, dato perfettamente in linea con l’età media della popolazione italiana ad oggi.
È uno strumento che attira investitori piuttosto giovani – il più giovane ha 19 anni – o di mezza età. Tuttavia l’online affascina anche i più maturi: il nostro prestatore più anziano ha 88 anni!!

 

Meglio se il prestito è…”gestito”

Infine, la stragrande maggioranza dei nostri prestatori che quotidianamente supportano l’Economia Reale del nostro Paese, lo fa scegliendo il profilo che prevede la scelta di una offerta guidata, perché conviene: l’utilizzo del profilo gestito permette loro di guadagnare mediamente il 5.5% e, nella maggior parte dei casi, di non pagare le commissioni di utilizzo grazie a delle campagne promozionali.

 

Tutti i dati sono aggiornati al 02.05.2016

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non sei un robot, vero? *