La nuova Agricoltura: giovane, innovativa, connessa

giovani-agricoltura-borsadelcredito

Non è un caso che gli ultimi due casi di successo di BorsadelCredito.it presentati su queste pagine siano stati di aziende agricole. Sia l’apicoltura di Eugenio, sia l’azienda vitivinicola di Sergio – così come tanti nostri altri richiedenti – hanno finanziato le attività di crescita delle loro aziende sfruttando il nostro canale online.

Quindi l’imprenditore agricolo sta davvero cambiando in questo tempo digitale? Le tendenze dicono di sì. A questo proposito, un articolo di Alberto Magnani apparso su Nòva del Sole24Ore riporta dati notevoli sull’interesse dei giovani al mondo agrario:

Nell’exploit delle quasi 11.500 start up di settore registrate l’anno scorso, i titolari con meno di 30 anni di età sono più del 17% . E se l’università sconta una brusca discesa nelle immatricolazioni, tutto quello che plasma professionalità nel lavoro di campi, allevamento e natura non fa altro che crescere: iscrizioni su del 18,6% a scienze agrarie e forestali, di quasi il 23% a scienze alimentari, di oltre il 43% nei corsi di laurea accreditati in zootecnia e scienze della produzione animale. D’altronde non sta cambiando “solo” il modello di impresa, rigenerato nell’incontro tra vecchie aree di coltivazione e competenze aggiornate a un mercato che accelera su e-commerce, social network e nuovi mercati… continua a leggere su Nòva

Ciò vuol dire che il settore può cominciare a contare su un’importante tendenza all’aumento della scolarizzazione. Questo significa una maggiore formazione e specializzazione, con più possibilità di investire nell’innovazione e, grazie alle nuove tecnologie e competenze, sfruttare al meglio il potenziale di un lavoro che fino a poco tempo fa era svolto più con le braccia che con il cervello.

Sono così che vengono fuori progetti di coltivazione con materiali innovativi e a basso impatto ambientale, o che sfruttano misurazioni accurate per efficentare la produzione e abbattere i costi, senza rinunciare alla sicurezza alimentare. Ma anche progetti di e-commerce che consentono di vendere prodotti tipici anche in Cina e blog per pubblicizzare percorsi turistici e gastronomici che si affiancano al lavoro agricolo più tradizionale (su un bell’articolo di BancaforteABI sono riportati molti di questi esempi di innovazione).

Le AgroStartup si stanno approcciando al mercato con la passione per la tradizione e le competenze derivanti da studi approfonditi. Sfruttando il potenziale delle connessioni digitali, la “Nuova Agricoltura” comincia a rappresentare sempre più un settore ad alto tasso di innovatività.

[crediti dell’immagine di copertina]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non sei un robot, vero? *