PEER: il PIR di BorsadelCredito.it, si presta senza l’impatto delle tasse

In attesa che chi legifera equipari dal punto di vista del trattamento fiscale gli strumenti di investimento FinTech a quelli tradizionali, BorsadelCredito.it ha deciso di anticipare i tempi e dare vita al suo personale PIR. Si scrive PEER e si legge seguendo le regole della fonetica inglese, perché ispirati dal modello inglese degli Ifisa. Gli Ifisa sono i piani individuali di risparmio britannici: in tutto simili a quelli italiani, ma con in più la possibilità di introdurre nel paniere strumenti Fintech, che sono esentasse come il resto del portafoglio.

Il programma PEER consente dunque ai nostri prestatori di ottenere il rimborso del 100% sulla ritenuta fiscale operata mensilmente per l’intero anno fiscale. La promozione è rinnovabile ogni 12 mesi, ed è prevista la possibilità di vendere i prestiti nel mercato secondario senza costi se si resta nel programma per almeno 4 anni.

Per chi entra nel programma, la ritenuta fiscale, che viene di norma addebitata mensilmente, viene contestualmente e immediatamente riaccreditata, consentendo di fatto a chi presta di farlo senza l’impatto fiscale fino a 4 anni.

Per accedere a questa promozione basta iscriversi al portale e prestare un importo minimo iniziale di 30mila euro, mentre è possibile effettuare il rinnovo della promozione con 20mila euro prima della fine dell’anno.
Insomma, regole davvero molto simili a quelle dei PIR: che investono in un portafoglio fatto per il 70% da strumenti di aziende italiane e che, a patto che l’investitore sia paziente, ovvero conservi l’investimento per almeno un quinquennio, prevedono che non si paghino le tasse sul rendimento da capitale per un importo di 30mila euro all’anno.

Il nostro PEER è uno sforzo che abbiamo fatto per i tanti prestatori che sono interessati a investire direttamente nell’economia reale italiana e a ottenere un rendimento completamente detassato.

La promozione è già attiva e verrà rinnovata per le prossime settimane.

Puoi leggere il regolamento qui.

Dunque, non resta che iniziare a prestare senza tasse grazie al primo PEER FinTech italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweet
Condividi
Condividi