A novembre quasi 14 milioni erogati da BorsadelCredito.it all’economia reale

Sono stati 13,805 i milioni distribuiti da BorsadelCredito.it nel mese di novembre 2020, il che porta il totale erogato da inception a quota 137,582 milioni di euro dai 23,777 di ottobre. L’anno si potrebbe chiudere a 150 milioni, considerando l’andamento degli ultimi mesi (13 milioni raccolti anche a ottobre, 7 a settembre e un’estate da record, per un totale, da inizio anno, di 57,3 milioni). I prestiti sono ora 1292 (+53 rispetto ai 1239 di ottobre e +123 dai 1169 di settembre).

A novembre 2019 erano stati erogati poco meno di 3,5 i milioni di euro, con un valore complessivo che arrivava a 73,596 milioni distribuiti su 824 prestiti.

La variazione anno su anno è quasi dell’87% in volume e del 56% in termini di numero di prestiti.

Le aziende stanno riprendendo a investire mentre cercano di recuperare il fatturato perso nel primo lockdown: ma il boom di richieste arrivate a BorsadelCredito.it nell’ultimo mese incorpora anche qualche effetto del secondo blocco che, per fortuna, è stato finora meno pesante del precedente. In ogni caso rileviamo negli ultimi mesi una forte voglia di ripartire per le imprese italiane. Che hanno necessità di liquidità non solo per coprire le perdite, ma sempre di più per adeguarsi al nuovo mondo e ai cambiamenti nelle abitudini di consumo. BorsadelCredito.it, dal canto suo, continua a sfornare prodotti nuovi per venire incontro a queste esigenze inattese. Dopo i finanziamenti Cash Anti Covid-19 per affrontare la Fase 1 e Cash anti Covid Fase 2 per corazzarsi nella ripartenza, anche grazie alla cartolarizzazione sottoscritta da Banca Valsabbina, abbiamo lanciato nuovo prestito dedicato alle imprese coinvolte nella partita dell’Ecobonus. Ricordiamo anche l’accordo chiuso con Confesercenti per aprire il canale del credito digitale a 350mila piccole imprese in tutt’Italia. 

La mappa geografica e settoriale dei prestiti di BorsadelCredito.it

Analizziamo dunque come i 53 nuovi prestiti erogati a novembre abbiano inciso sulla mappa geografica e settoriale dei debitori di BorsadelCredito.it. Cambia decisamente la composizione geografica dell’erogato, con un dato inedito che vede circa la metà dei prestiti distribuirsi al Sud (nel mese di ottobre oltre il 54% era stato invece distribuito al Nord). A novembre le altre tre zone del Paese, Nord Ovest, Nord Est e Centro, si sono distribuite equamente la fetta rimanente, con un 17% ciascuna. Si tratta forse di un segnale dell’avvicinamento al FinTech delle imprese che finora hanno preferito rivolgersi ai canali tradizionali. 

Quanto ai settori, hanno prevalso nel mese l’industria (con oltre il 26% dell’erogato), e i servizi (20,8%), seguiti dai trasporti (quasi il 19%) e dal commercio all’ingrosso (17% a cui si aggiunge la quota del 5,6% del dettaglio). Le costruzioni hanno un peso dell’11%.

L’incertezza pesa sulle nostre imprese, che però, per fortuna, hanno imparato a diversificare le proprie fonti di finanziamento e con sempre maggior fiducia si rivolgono anche al FinTech. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tweet
Condividi
Condividi