Tag Archives: credito alle imprese

La garanzia governativa per i prestiti alle PMI ampliata anche per il P2P lending nel Regno Unito

Una buona nuova potenzialmente rivoluzionaria in arrivo dal FinTech made in UK. La British Business Bank ha aperto il suo programma di garanzia ENABLE anche ai lender non bancari, incluse le piattaforme. In base al programma, il governo britannico si assume, in cambio di una commissione, una fetta del rischio di credito dei portafogli di prestiti alle piccole e micro imprese. Sotto il programma ci sono 900 milioni di sterline di prestiti, ma finora erano eleggibili solo le banche, britanniche o internazionali, che avessero una filiale nel Paese.

BorsadelCredito.it, unica italiana del P2P lending a LendIT, dove sfila il credito del presente e del prossimo futuro

In platea, banche numerose quasi quanto le Fintech. E non a caso le due realtà, sul terreno internazionale, giocano ormai ad armi pari. Mentre in Italia…

Il Fintech? Ha superato la banca. Così cambia il mondo del credito, attraverso la rivoluzione del P2P lending. Un settore che, a circa dieci anni dalla nascita, si può considerare maturo. Ed è questa la principale sensazione che BorsadelCredito.it ha portato con sé di ritorno da Londra, dove si è svolta, il 9 e il 10 ottobre, la quarta edizione di LendIT, il maggiore evento europeo dedicato al peer to peer lending. Centocinquanta le Fintech presenti, provenienti da 50 Paesi, con BorsadelCredito.it, per il secondo anno consecutivo, unico player italiano. LendIT è una passerella dove sfila tutto il parterre de roi del nostro mondo, ma anche un osservatorio privilegiato per seguirne l’evoluzione.

I numeri di settembre di BorsadelCredito.it

Al mese di settembre i prestatori del marketplace lending di BorsadelCredito.it hanno ottenuto un rendimento lordo medio del 5,71%. Anche al netto della tassazione sulla rendita finanziaria, il rendimento è comunque sopra la media di altri strumenti equiparabili. Questo non significa un maggior rischio per l’investitore in quanto le perdite reali si confermano molto inferiori rispetto alle perdite attese e dunque l’investimento è completamente protetto.