Tag Archives: PMI

Le aziende piemontesi valgono quasi l’8% del mercato di BorsadelCredito.it e chiedono un ticket medio di 92mila euro

Il Piemonte si colloca al terzo posto nella classifica delle regioni richiedenti italiane con 77 prestiti erogati alle sue imprese. È quanto emerge dal primo Osservatorio regionale di BorsadelCredito.it

Se i giovani piemontesi sono tra i più attivi sulle piattaforme digitali, le PMI della Regione sono ancora un po’ restie ad aprirsi completamente al credito alternativo. Il Piemonte ha ottenuto, dal 2015, 77 prestiti per le sue imprese, collocandosi al terzo posto nella classifica dei mercati regionali di BorsadelCredito.it – dominata da Lombardia, Campania e a pari merito con il Lazio. In percentuale sul totale dei prestiti erogati (che in tutto sono 674) si tratta dell’8,3%. In termini di volume, invece, l’incidenza sul totale è del 7,9% sugli oltre 65 milioni di erogato italiano*.

Ai Millennial piemontesi piace il FinTech: la regione Piemonte registra il più alto numero di giovani attivi nel marketplace

I giovani piemontesi riescono a risparmiare e investono volentieri sulle piattaforme digitali. Le donne invece sono più prudenti rispetto al resto d’Italia. È quanto emerge dal primo Osservatorio regionale di BorsadelCredito.it

I Millenial del Piemonte amano il FinTech. Secondo il primo Osservatorio regionale di BorsadelCredito.it, se a livello nazionale gli investitori under 30 sono solo l’1% del totale, in Piemonte questo numero sale quasi al 10% del totale.

Le cinque fasi del FinTech: l’evoluzione del mercato anglosassone e l’inseguimento dell’Italia

Mentre nel Regno Unito la collaborazione tra banche e Fintech è arrivata a un livello avanzato, nel nostro Paese siamo ancora un passo indietro. Ma la Sandbox normativa approvata a giugno 2019 e la PSD2 (che entra in vigore il 14 settembre) potrebbero imprimere un’importante accelerazione. Fino all’integrazione completa tra banche e innovatori

Voleva la luna, ha avuto una scrivania in banca. Ma sceglie il lending per i suoi investimenti

Michela Rana, 34 anni, milanese, un lavoro in banca, era un’investitrice prudente e con BorsadelCredito.it non ha tradito la sua natura

Voleva andare sulla luna, invece lavora in banca. Ma, forse anche perché è una Millenial, è stata attratta dal FinTech come possibilità di investimento, un modo per diversificare un portafoglio prudente.

BorsadelCredito.it pronta all’appuntamento con PSD2 con un’interfaccia che già consente ai clienti la condivisione dei dati

La direttiva europea sui servizi di pagamento entra ufficialmente in vigore in Italia dal 14 settembre. Ecco un piccolo riepilogo della rivoluzione che ci attende e la strada che abbiamo percorso fin qui per essere compliant

Il 14 settembre entra in vigore anche il Italia la PSD2. E BorsadelCredito.it si presenta all’appuntamento con tutte le carte in regola. È infatti già a disposizione dei nostri clienti l’interfaccia attraverso cui condividere i dati e accedere ai nostri servizi con un semplice click: l’abbiamo sviluppata con Fabrick ed è possibile trovare maggiori informazioni qui.

Specialty Finance Challenger Banks in Italy: le nicchie sono il segmento più interessante del FinTech

Lo rivela uno studio di PwC: le società che si occupano di credito specializzato a imprese e famiglie mostrano strutture di redditività superiore (ROE) rispetto alle banche tradizionali. E l’evoluzione verso modelli di specializzazione può essere un’opportunità per nuovi player e per percorsi di trasformazione delle banche tradizionali

La capacità di servire le nicchie nel mondo finanziario è un vantaggio competitivo. Ne abbiamo parlato più volte (per esempio qui), ma stavolta l’affermazione arriva da una fonte terza e certamente autorevole. Parliamo di PwC che nell’aggiornamento del suo Osservatorio permanente per monitorare le evoluzioni dei modelli di business del sistema bancario definisce la specialty finance uno “tra gli ambiti più interessanti nei percorsi di trasformazione”.

Estate bollente per BorsadelCredito.it: a luglio erogato sopra i 65 milioni di euro (+61% anno su anno)

Anche il mese di luglio 2019 si chiude con un nuovo record di erogato per BorsadelCredito.it, con un ammontare di 65,704 milioni dai 63,990 milioni del mese di giugno. Il valore è distribuito su 729 prestiti (+17 nel mese) e si confronta con i 40,664 milioni di euro su 502 prestiti del luglio 2018. 

Il volume erogato, che include anche i prestiti da parte degli istituzionali, mostra dunque un incremento di oltre il 61% anno su anno: un tasso di crescita sostenuto ma che rallenta rispetto ai primi due anni e segnala il consolidamento del mercato italiano del lending e l’ingresso in una fase di maturità. 

Pietro Renzi, il professore che voleva aiutare le persone (e invece aiuta l’economia reale)

Dopo l’incontro con BorsadelCredito.it a un convegno ospitato nell’Università di San Marino in cui insegna, Renzi ha scelto di diventare prestatore. Da investitore prudente a innovatore: “La trasparenza è il maggior punto di forza del sistema”

Da bambino ho sempre sognato di fare il camionista. Poi ho pensato che sarebbe stato meglio studiare medicina, per aiutare gli altri. Ma durante l’ultimo anno del liceo sono stato folgorato sulla via di Damasco dal mondo delle telecomunicazioni. E così sono diventato un professore universitario”. Non si può dire che non amasse sperimentare, fin da piccolo, Pietro Renzi, 41 anni, di San Marino. E sperimentando anche sul fronte degli investimenti un giorno si è imbattuto in BorsadelCredito.it, credendoci. Per un quarantenne – non abbastanza giovane per essere un nativo digitale, non abbastanza maturo per guardare con sospetto alla tecnologia – una scelta quasi naturale, che ha portato buoni frutti, come vedremo.

Il P2P lending italiano si avvicina ai due miliardi di euro di erogato (oltre 1,5 per le PMI)

Gli ultimi dati di mercato indicano che la crescita esponenziale continua ad accelerare. Merito anche dell’aumento della propensione degli italiani verso la tecnologia, del credit crunch e della ricerca di alpha da parte degli investitori. BorsadelCredito.it è leader nel segmento dei prestiti alle imprese

Avevamo iniziato il 2019 salutando la fase 2.0 del P2P lending italiano, che aveva raggiunto l’erogato di un miliardo di euro. A metà 2019, i volumi sono quasi raddoppiati, sfiorando l’1,9 miliardi di euro, secondo le rilevazioni di P2P Lending Italia. È stato, il secondo trimestre, un periodo record: 337 milioni di euro il nuovo erogato, in aumento del 97,4% rispetto allo stesso trimestre del 2018 e del 7,6% rispetto al primo trimestre dell’anno in corso.

Il prestatore tipo campano: uomo, tra i 40 e i 59 anni e investe in media 17mila euro

Se le imprese campane hanno fiducia nel P2P lending e sono il secondo mercato di BorsadelCredito.it (ne abbiamo parlato qui), sul fronte dei prestatori ci sono ancora ampi margini di diffusione dello strumento. Questo perché manca ancora la conoscenza approfondita di un’asset class alternativa con buoni rendimenti, migliori rispetto ad altri strumenti d’investimento più comuni, come BOT o conti deposito. Il dato più rilevante riguarda le donne, che nonostante sianoin chiara inferiorità numerica, osano di più e investono mediamente oltre il doppio degli uomini. Questi i principali risultati dell’Osservatorio Regionale P2P Lending di BorsadelCredito.it.