Tag Archives: tassazione

BorsadelCredito.it verso settembre con 15 milioni di erogato alle PMI

Agosto si chiude con un erogato totale da inception superiore ai 15 milioni per BorsadelCredito.it. In totale il numero dei prestiti erogati dalla piattaforma dall’avvio delle attività è di 340 e il tasso medio di rendimento per i prestatori si è attestato a 5,37% lordo, costantemente superiore a quello medio delle principali piattaforme britanniche che ha segnato un valore del 4,94% in un anno (dati a fine giugno), in base al Liberum AltFi Returns Index.

Al netto dell’effetto Fondo di protezione, il rendimento medio di BorsadelCredito.it con agosto si è attestato sul 4,95%, il che indica un’incidenza dello strumento di mitigazione del rischio di poco superiore al 0,30% a fronte di una copertura totale delle quote capitale in caso di impagato (per ulteriori dettagli, è possibile consultare la nostra tabella di sintesi qui).

Giugno: l’estate bollente di BorsadelCredito.it vale 13,5 milioni

Supera il milione e 200mila euro la raccolta di giugno di BorsadelCredito.it, che chiude il mese arrivando a un erogato totale in prestiti alle PMI italiane di € 13.486.875.

In totale il numero delle aziende supportate dalla piattaforma dall’avvio delle attività è di 327 (+12 rispetto a maggio) e il tasso medio di rendimento per i prestatori si è attestato a 5,35% lordo, costantemente superiore a quello medio delle principali piattaforme britanniche che ha segnato a fine mese un valore del 4,85% in un anno, in base al Liberum AltFi Returns Index.

Maggio, balzo spedito oltre quota 12 milioni per i finanziamenti erogati da BorsadelCredito.it

Superano ancora il milione di euro i prestiti di maggio di BorsadelCredito.it, che chiude il mese con un totale di 12,274 milioni di euro: a tanto ammontano i finanziamenti erogati complessivamente alle sue micro e piccole imprese richiedenti.

In totale il numero delle PMI supportate dalla piattaforma dall’avvio delle attività è di 315 (+12 rispetto ad aprile) e il tasso medio di rendimento per i prestatori si è attestato a 5,38% lordo, costantemente superiore a quello medio delle principali piattaforme britanniche che ha segnato a fine mese un valore del 5,04%, in base al Liberum AltFi Returns Index.

Aprile da 11 milioni per BorsadelCredito.it

BorsadelCredito.it chiude il mese di aprile con un bilancio molto positivo: ha finanziato le micro-imprese italiane con 1.003.301 euro in 11 nuovi prestiti.

Vediamo i dettagli. In totale il numero delle imprese supportate a oggi dal nostro portale dall’avvio delle attività è di 303 (+11 rispetto a marzo) e l’ammontare complessivo erogato di 11,203 milioni di euro. Il tasso medio di rendimento per i prestatori si è attestato a 5,44% lordo, superiore a quello medio delle principali piattaforme britanniche che ha segnato a fine mese un valore del 5,04%, in base al Liberum AltFi Returns Index.

La primavera porta a BorsadelCredito.it il traguardo dei 10 milioni

A marzo BorsadelCredito.it ha finanziato le micro-imprese italiane con più di un milione di euro in 14 nuovi prestiti. In totale, il numero delle imprese supportate a oggi dal nostro portale dall’avvio delle attività è di 292 (+14 rispetto a febbraio) e l’ammontare complessivo erogato di 10,199 milioni di euro.

Il tasso medio di rendimento per i prestatori si è attestato a 5,48%, leggermente superiore a quello medio delle principali piattaforme britanniche che ha segnato a fine mese un valore del 5,32%, in base al Liberum AltFi Returns Index.

Febbraio: superati i nove milioni di erogato, si veleggia verso i 300 prestiti

Nelle quattro settimane di febbraio BorsadelCredito.it ha finanziato le micro-imprese italiane con più di un milione di euro in 14 nuovi prestiti. In totale il numero delle imprese supportate a oggi dal nostro portale dall’avvio delle attività del marketplace lending è di 278 e l’ammontare complessivo erogato di 9,181 milioni di euro.

Il tasso medio di rendimento per i prestatori al 28 febbraio si assesta su una quota media di 5,54% e resta superiore a quello medio delle principali piattaforme britanniche che ha segnato a fine febbraio un valore del 5,17%, in base al Liberum AltFi Returns Index.

BorsadelCredito.it: oltre un milione di euro prestati nel primo mese del 2017

Passa a oltre 8,1 milioni di euro, dai circa 7 del mese precedente, l’erogato da BorsadelCredito.it al 31 gennaio 2017. Continua a crescere l’ammontare di prestiti erogati dalla piattaforma italiana di p2p lending dedicato alle pmi e anche nell’ultimo mese il valore ha superato il milione di euro, facendo segnare un nuovo record mensile (1.135.018 euro per la precisione)

Il regolamento di Bankitalia sul social lending? Non basta, l’Italia resta al palo

http://www.osborneclarke.com/lawyers/umberto-piattelli/

“Non servono nuove leggi, ci sono le direttive europee”, parola di Umberto Piattelli, partner dello studio legale Osborne & Clarke e consulente della Commissione Europea sul crowdfunding

Il trend del social lending italiano è decisamente rivolto a incrementare le offerte di finanziamenti per le start-up, le micro e le piccole imprese poco servite dal sistema bancario, così come avviene oramai negli altri paesi europei e non solo. Rispetto alle 3 piattaforme di social lending che operavano in Italia nel 2015, si contano già ben 8 piattaforme nel 2016 e non mi stupirei se il numero raddoppiasse ancora nel 2017, con un forte incremento delle piattaforme P2B, e quindi rivolte al mercato delle aziende”.

Capodanno col botto: oltre sette milioni l’erogato di BorsadelCredito.it a fine 2016

Aggiorna il suo record di erogato mese dopo mese BorsadelCredito.it: anche a dicembre superato il milione di prestiti, che permette di chiudere il 2016 con un valore cumulato di 7 milioni di euro erogati. I prestiti erogato sono 248, 18 nel mese in analisi.

Il rendimento per i prestatori è stato del 5,61%, al lordo della tassazione, che viene calcolata alla fonte sul reddito. Vengono cioè applicate al guadagno ottenuto tramite l’investimento in p2p le aliquote Irpef, che variano dal il 23% per i redditi sotto i 15mila euro fino al 43% per quelli sopra i 75mila euro.
Attualmente il credito digitale alle pmi in chiave italiana si mostra più redditizio di quello britannico che segna un rendimento lordo medio (al 31 ottobre scorso) del 5,11%, in base al Liberum AltFi Returns Index, l’indice che sintetizza gli andamenti delle principali quattro piattaforme del Regno Unito.

Giancarlo Giudici (Polimi): “I vantaggi fiscali dei PIR anche al social lending”

Secondo il professore esperto di crowd-investing, la sperequazione fiscale resta il tallone d’Achille del settore. Rimuoverla è il primo passo dello sviluppo possibile

A inizio novembre è stata aggiornata la sezione IX della Circolare 229/99, che disciplina l’attività delle forme di investimento diverse dalla raccolta del risparmio. In particolare, è stata introdotta la definizione di social lending come “trattativa personalizzata tra prenditore e prestatore, in cui i due soggetti hanno capacità di incidere sulle caratteristiche del contratto”.

Un evento quasi epocale – non fosse altro perché rappresenta un riconoscimento dell’esistenza di questo settore appena nascente nel nostro Paese, ma con tanta voglia di diventare grande. Il regolamento di Bankitalia riconosce dunque l’esistenza del fenomeno, ma cosa cambia nella pratica? “Penso che la novità principale sia proprio l’avere ‘istituzionalizzato’ il social lending come uno strumento attraverso il quale una pluralità di soggetti può richiedere a una pluralità di potenziali finanziatori, tramite piattaforme on-line, fondi rimborsabili per uso personale o per finanziare un progetto”, risponde Giancarlo Giudici, professore di Finanza Aziendale e direttore dell’Osservatorio Crowdinvesting del Politecnico di Milano, uno dei massimi esperti italiani di finanza alternativa.